Assistenza sessuale per i disabili: cosa ne pensate? | Analizziamo insieme questa proposta

Verbania
12:00 del 26/11/2014
Scritto da Gerardo

In paesi europei come l' Olanda, la GerMania, il Belgio e paesi scandinavi, sono stati istituiti dei servizi di "assistenza sessuale" che offrono ai disabili dei due sessi, compresi gli omosessuali, prestazioni sessuali. Le problematiche che ne derivano per questa proposta si rifanno all'etica e alla morale sociale. Sappiamo tutti che la repressione sessuale genera mostri, basti vedere cosa combinano preti e quant'altro. In Olanda e in Germania esiste questo tipo di assistenza, ovviamente in modo legale e professionale, ed è stato dimostrato che le persone malate sono meno depresse e riescono ad apprendere più rapidamente ( ovviamente provate a capire cosa hanno detto i cardinali riguardo l’argomento ).

Togliere ad una persona (uomo o donna) la possibilità di fare sesso, oltre a quella di ricevere amore (perchè vorremmo proprio sapere quante di voi ragazze italiche di buona famiglia si legherebbero mai a vita con un disabile, magari spastico e bavoso - si ci sono, ma quante?) è una VIOLAZIONE DEI SUOI DIRITTI PIU' ELEMENTARI, umani, esattamente. 

Quartieri a luci rosse in tutte le città con più di 30000 abitanti, QUESTO sarebbe un passo avanti nella direzione della Civiltà in questa Italietta piccola piccola...regolamentazione e controllo, non carne in vendita sulle strade o negli appartamenti sordidi, non violenza né sfruttamento né malattie. Ma alle persone "per bene" vengono i pruriti censori quando si parla di sesso a pagamento...e questa è la ragione per cui da oltre 50 anni abbiamo in vigore una legge boia, che purtroppo riteniamo non ci schioderemo di dosso tanto presto...

I disabili in quanto tali ricevono una pensione di invalidità, con questi soldi che ricevono dallo Stato possono fare quello che vogliono. Già essere disabili è notevole motivo di frustrazione, se ad essi è negato anche di avere una vita sessuale (non crediamo sia facile per loro corteggiare una donna, quindi la prostituzione è praticamente la loro unica possibilità) allora che razza di vita sarebbero costretti a vivere?

In altri Stati esiste una figura professionale precisa, una persona che dopo avere studiato questa materia, si occupa di fare vivere di tanto in tanto una vita sessuale a persone con gravi handicap. Praticamente infermiere o infermieri speciali che fanno "assistenza sessuale" .Non si tratta di prostituzione classica ma di un' altra cosa . A quanto sentito in una trasmissione radio , in mancanza di questa figura o anche in mancanza semplicemente di una Escort o di un gigolo' disposto (sono interessate anche le pazienti donne), ci sono addirittura genitori o parenti che con grande umiliazione ma anche tanto amore cercano in qualche modo di assecondare almeno parzialmente il desiderio di piacere che anche queste persone hanno.

FONTE: DONNACERCAUOMO


Articolo letto: 812 volte
Categorie: Sesso


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Ricerche correlate

Assistenza sessuale disabili -

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook