Scommesse illegali, arrestato "Casalese". Nel Casertano sfuggì a blitz dei Ros ed è stato poi bloccato a Villa Literno.

Napoli
10:13 del 27/05/2013
Scritto da Samuele

Federico Catena, 29 anni, lavorava per conto delle fazioni Zagaria, Iovine e Venosa del clan dei Casalesi e guidava il business delle scommesse illegali nell'agro aversano, a Giugliano in Campania, in provincia di Napoli, e in altre zone limitrofe: i carabinieri di Villa Literno (Caserta) lo hanno rintracciato, arrestato e messo ai domiciliari con l'accusa di associazione di tipo mafioso. Sfuggì all'arresto lo scorso 22 aprile, durante un blitz dei Carabinieri del Ros.


Articolo letto: 961 volte
Categorie: Cronaca


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook