Certificazioni per falsi invalidi  arrestato consigliere regionale Baldi Pensioni in cambio di voti: anche una suora che aveva la certificazione di invalidità cammina benissimo

Salerno
14:11 del 18/10/2013
Scritto da Luca

Il consigliere regionale della Campania Giovanni Baldi è stato posto agli arresti domiciliari nell’ambito dell’operazione dei carabinieri di Salerno nell’Agro Nocerino Sarnese che hanno seguito le indagini sul giro delle false certificazioni di invalidità. L’operazione è stata coordinata dalla Dda di Salerno ed ha portato all’esecuzione di 9 ordinanze cautelari agli arresti domiciliari ed a cinque perquisizioni domiciliari con esecuzione di contestuali sequestri.

I Carabinieri della Compagnia di Salerno hanno smantellato l’organizzazione la quale è accusata di aver gestito le dichiarazioni di invalidità civile e di aver redatto false attestazioni in favore di soggetti che non ne avevano diritto. I reati contestati sono truffa ai danni dello Stato e associazione per delinquere finalizzata alla truffa.

Per ottenere il riconoscimento dello stato di invalidità e la conseguente indennità di accompagnamento, infatti, venivano rilasciati falsi certificati, mentre i giudizi dell’apposita commissione medica risultavano appositamente gonfiati. I casi individuati dai militari dell’Arma sono una quindicina ed è già stata intrapresa l’azione di recupero delle somme indebitamente percepite con il sequestro di circa 60.000 euro.

Il sistema collaudato era quello del voto di scambio, chi voleva aiuto, pare fosse di dominio pubblico, bussava a Baldi, considerato leader dell'associazione a delinquere, ed otteneva le agevolazioni richieste, in cambio non di soldi ma di voti. Pare, dalle indagini dei Cc, che la consuetudine si protraesse da anni e che forse gli ha consentito anche di vincere le elezioni.

Molti i casi, oltre 100, sottoposti al setaccio, ad esempio, un disabile con forti problemi deambulatori alla schiena, fotografato e registrato mentre alzava pesi in palestra. E ancora: il caso della suora che avuto l'accompagnamento ma che camminava benissimo.  Il blitz, effettuato dai carabinieri di Nocera Inferiore ha portato anche all'arresto del cugino del consigliere regionale: Germano Baldi, consigliere comunale di Cava de' Tirreni, noto medico, esponente di Fratelli d'Italia. Gli altri sette coinvolti sono tutti medici e dirigenti della commissione invalidità Asl.

Che Giovanni Baldi non fosse uno stinco di santo e non fosse nuovo ad attività illecite lo si sapeva, infatti recentemente, precisamente nello scorso mese di marzo, era stato già coinvolto in un’altra vicenda giudiziaria. I fatti contestati: il concorso bandito ed effettuato presso la Provincia di Salerno nel dicembre 2010 per un posto a tempo indeterminato nell’ufficio contabilità, nell’ambito di una serie di posti da assegnare con procedura ad evidenza pubblica. Reati ipotizzati: corruzione e abuso d’ufficio, con l’ipotesi di scambio di denaro per un’assunzione agli uffici della Provincia di Salerno attraverso un concorso “truccato”.

Col consigliere regionale Giovanni Baldi, eletto nel Pdl e vicino a Fratelli d’Italia , indagato per concorso in corruzione e abuso in atti d’ufficio; il sindaco di Contursi Terme, Graziano Lardo, in qualità di presidente della commissione giudicante del concorso incriminato; la presunta beneficiaria Roberta De Sio, tuttora in carica quale funzionaria contabile negli uffici della Provincia; il padre di quest’ultima, Gesuè De Sio, imprenditore del settore agroalimentare a Cava de’ Tirreni.


Articolo letto: 1444 volte
Categorie: Cronaca, Politica, Sociale


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook