ARK OS HUAWEI ANTEPRIMA - Dopo il blocco commerciale voluto da Trump, Huawei continua per la sua strada e registra il marchio del suo nuovo sistema operativo mobile proprietario in nuovi Paesi: dalla Thailandia al Perù, i marchi HongMeng e Ark sono ormai brevettati in mezzo mondo.

Firenze
16:30 del 18/06/2019
Scritto da Carmine

ARK OS HUAWEI ANTEPRIMA - Dopo il blocco commerciale voluto da Trump, Huawei continua per la sua strada e registra il marchio del suo nuovo sistema operativo mobile proprietario in nuovi Paesi: dalla Thailandia al Perù, i marchi HongMeng e Ark sono ormai brevettati in mezzo mondo. Il nuovo Huawei OS, come molti lo chiamano già, dovrebbe arrivare a ottobre.

ARK OS HUAWEI ANTEPRIMA - Al momento Huawei sta godendo di una sospensione dall’inserimento nella black list delle aziende che non possono stringere accordi commerciali con le società americane, senza l’ok e la sorveglianza delle autorità federali. Ma, se non ci saranno novità nella guerra commerciale tra USA e Cina, questa sospensione non durerà oltre agosto. Huawei, quindi, a partire dall’autunno dovrà essere pronta a offrire su tutti i mercati in cui vende i suoi smartphone una valida alternativa ad Android. Ma, allo stesso tempo, dovrà riuscire anche a convincere gli sviluppatori a portare le proprie app anche sul nuovo OS e per questo motivo sta cercando di stringere degli accordi nel più breve tempo possibile.


ARK OS HUAWEI ANTEPRIMA - Una premessa è d’obbligo: nonostante le schermate in anteprima, non possiamo sapere con certezza se il sistema operativo Huawei sarà in realtà una versione personalizzata di Android basata sul codice AOSP o qualcosa di completamente nuovo. Quello che tuttavia viene fuori dagli screen è che l’esperienza non sarà per nulla dissimile da quella di big G ed in effetti i punti in comune saranno tanti,

Per quanto l’anteprima del sistema operativo Huawei può essere considerata non nella sua versione definitiva, appare evidente come la struttura dei menù, delle impostazioni sia estremamante familiare, almeno per un abituale user Android. In evidenza l’app Meteo con i suoi dettagli ma anche specifici comandi relativi all’uso della memoria, alla funzione app gemella e molto altro ancora.

Prima di lasciare i nostri lettori alla visione delle schermate relative al prossimo sistema operatvivo Huawei, va detto che nelle schermate ricavate dai documenti per la registrazione del brevetto, c’è un interessante riferimento allo “consorzio” cinese “Android Green Alliance”. Si tratta di un’associazione con protagoniste diverse società asiatiche come anche Tencent e Alibaba. Il loro obiettivo da alcuni anni è quello di introdurre standard di qualità nella progettazione delle proprie app per il sistema operativo mobile di Google. Ciò ci fa intuire come anche la nova creatura del produttore camminerà in parallelo con Andorid appunto. Non poteva essere altrimenti: i clienti difficilmente saranno catapultati in un’esperienza tutta nuova, semmai in una copia più o meno fedele dell’ecosistema di Mountain Views. In questo modo il passaggio sarà indolore e più che mai naturale.


Articolo letto: 132 volte
Categorie: , Tecnologia


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook