Apre il Supermercato che vende solo prodotti sfusi! No imballaggi No spreco!

Bologna
13:00 del 22/10/2015
Scritto da Luca

Apre il Supermercato che vende solo prodotti sfusi! No imballaggi No spreco!

Si chiama Original Unverpackt e purtroppo per ora si trova solo a Berlino, in questo speciale supermercato il cibo è venduto solo ed esclusivamente senza alcun tipo di imballo, i clienti si portano direttamente i loro contenitori e buste, prendono e pagano solo quello che acquistano e che effettivamente gli serve.

All’interno del supermercato non vi sono i prodotti delle grandi marche ma solo alimenti di provenienza regionale e, nella maggior parte dei casi, biologica. Le fondatrici Sara Wolf e Milena Glimbovski, che l’hanno realizzato grazie ad una raccolta fondi, dicono che il merito è della crescente domanda di prodotti e servizi che si occupano di sostenibilità.

Un segnale importante non solo per un impatto ecologico e ambientale, ma anche educativo alimentare, ovvero tutto quello che è sfuso non è prodotto da grandi industrie e quindi a lunga conservazione, il che vuol dire che non ha neppure chimica additiva per il mantenimento.

Un nuovo modo di fare la spesa all’insegna del necessario e del rispetto dell’ambiente: la presenza dei dispenser permette infatti di scegliere la giusta quantità di prodotto senza lasciarsi influenzare dal packaging e dai nomi dei grandi marchi ma privilegiando la qualità ed evitando gli sprechi di cibo. Allo stesso tempo il non utilizzo di confezioni permette di ridurre il numero di imballaggi che sono difficili da riciclare, ridurre i costi del prodottoe risparmiare le materie prime e la quantità di acqua ed energiaadoperate per la loro produzione.

Il Food Wastage Footprint, uno studio pubblicato dalla Food & Agriculture Organization delle Nazioni Unite (FAO) sull’impatto che ha lo spreco di cibo e i rifiuti alimentari su clima, terra, acqua e biodiversità, stima che l’impronta ecologica globale dei rifiuti alimentari è equivalente a oltre 3 miliardi di tonnellate di COe polveri sottili inquinanti.

Sono convinto che presto questo modo di fare la spesa si diffonderà in tutto il mondo: tutti siamo più attenti alla qualità e alla provenienza dei prodotti e preferiamo acquistare merce locale non trattata piuttosto che cibi industriali contenenti chissà cosa e prodotti chissà dove. Il nostro Pianeta ci ringrazierà: meno pesticidi, erbicidi, sostanze plastiche, inceneritori e discariche, e quindi acqua, aria e terra più pulite e sane e quindi un uomo più forte.


Articolo letto: 1087 volte
Categorie: Cronaca, Esteri, Sociale


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Ricerche correlate

Supermercato - Pianeta - Scienza - Salute - Sprechi -

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook