Sequestri antimafia | A Brindisi sequestrati beni per quasi 2 milioni di euro di valore.

Brindisi
15:30 del 05/11/2014
Scritto da Gerardo

Ancora sequestri antimafia. Una piaga sociale come questa deve essere necessariamente debellata nel più breve tempo possibile. Un caso come questo deve far assolutamente riflettere i nostri governanti che da sempre hanno favorito queste attività criminali.

Dal 1981 ad oggi aveva dichiarato solo 40 mila euro, ma a sua disposizione aveva una villa con piscina, una casa alla periferia di Ceglie, due locali commerciali, due garage e una casa in costruzione. Il nucleo di polizia tributaria della guardia di finanza di Brindisi, al comando del maggiore Giuseppe Maniglio, ha eseguito in applicazione alla normativa antimafia il sequestro preventivo di beni finalizzato alla confisca per un valore di 1milione e 900mila euro. Nella rete delle fiamme gialle è finito   Giambattista Elia, 50 anni di Ceglie Messapica, a suo carico un lungo curriculum di reati contestati usura, truffa, abusiva attivita’ finanziaria, bancarotta e insolvenza fraudolenta, ma anche e soprattutto condanne per associazione per delinquere, riciclaggio e ricettazione.


Articolo letto: 653 volte
Categorie: Cronaca


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook