Ennesimo sequestro di sostanze stupefacenti avvenuto a Roma per opera della Polizia.Questa volta si tratta di shaboo micidiale droga chimica usata oramai da tantissime persone.

Roma
12:00 del 28/06/2013
Scritto da domenico

Roma - Nel pomeriggio di giovedì 27 giugno, gli agenti del Commissariato Flaminio hanno arrestato un uomo di cinquantasei anni perché beccato mentre spacciava all’interno del parcheggio della chiesa Santa Maria Immacolata, sita in via Grotterossa.  

I poliziotti, coordinati dalla dottoressa Di Corpo, stavano svolgendo delle attività di verifica legate sempre ad un’indagine volta a contrastare lo spaccio, quando hanno notato l’auto in sosta davanti il piazzale della chiesa. Al suo interno si trovava un cittadino filippino. Insospettiti, gli agenti, si sono appostati poco lontano notando strani movimenti nei pressi del veicolo.

In particolare, dopo diverse telefonate effettuate dall’uomo, hanno avuto inizio una serie di Incontri durante i quali, avvenivano strani scambi d’oggetti. Un particolare questo che non è sfuggito agli inquirenti i quali, dopo aver verificato che, ogni incontro si consumava con le stesse modalità, hanno deciso di intervenire fermando il filippino per procedere all’identificazione. L’uomo, risultato in possesso di regolare permesso di soggiorno, ha pensato sicuramente di farla franca poiché, da una prima ispezione del veicolo, non c’era alcun elemento che facesse pensare che l’uomo stesse svolgendo un’attività illecita. All’interno dell’abitacolo sono stati ritrovati duecento euro in contanti e due pennarelli. Se non fosse stato per l’arguzia dei poliziotti molto probabilmente sarebbe finita così. Con uno spacciatore in più in libertà. Peccato per l’uomo che, a seguito di un’analisi più approfondita, quelli che erano risultati normali pennarelli, si rivelavano dei contenitori dove occultare, sistemata in involucri di carta stagnola, numerose dosi di shaboo.

Come da prassi, quando qualcuno viene trovato in possesso di sostanze stupefacenti, ne è seguita una perquisizione domiciliare durante la quale sono stati rinvenuti e sequestrati due aggeggi per consumare il tipo di droga spacciata dall’uomo e mille euro in banconote, probabili proventi dell’attività illecita. Il filippino di cui sono state fornite solo le generalità, D. L. H. B., dopo essere stato condotto in Commissariato è stato arrestato con l’accusa di detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio.

Notizie del genere riempiono quotidianamente le pagine dei giornali tanto da non suscitare più alcun clamore. Questo comporta il rischio di abbassare la guardia su un problema che sta assumendo proporzioni gigantesche e che coinvolge, ogni giorno, sempre più persone. L’assunzione di droga. Droghe chimiche per essere più precisi.  Dal rapporto 2013 sulla droga dell'Unodc si registra un dato allarmante. Se è vero che è calato, almeno in Europa, l’uso degli stupefacenti tradizionali, cresce a dismisura il numero di persone che fa uso di droghe psicoattive. Ciò trova conferma nei fatti di cronaca. Da un episodio come questo, avvenuto giovedì a Roma, analizzandolo criticamente, qualche spunto di riflessione viene fuori. Primo fra tutti la conferma che, negli ultimi periodi, all’interno della comunità filippina, solitamente riconosciuta per essere composta da gente per bene e grandi lavoratori, si è insediata una componente minore dedita al malaffare che non ha perso tempo ad integrarsi nel panorama criminale operante nella Capitale. Diverse operazioni di polizia ne hanno confermato l’operosità in ambito criminale,

L’altro dato allarmante è il tipo di sostanza sequestrata. A conferma di quanto sostenuto dall’Unodc nel suo ultimo rapporto annuale, c’è da registrare un aumento significativo di consumatori di droghe sintetiche. Sostanze nate in laboratorio che una volta immesse sul mercato si tramutano subito in moda. Fino a qualche anno fa, lo shaboo era una droga consumata esclusivamente nelle Filippine. Sbarcata in America ha riscosso un successo talmente forte da riuscire, in breve tempo, a sbarcare oltreoceano fino ad invadere anche l’Italia.

Lo shaboo rientra nella lista delle sostanze dichiarate illegali. Appartenente alla famiglia delle metanfetamine, si presenta sotto forma di piccoli cristalli bianchi simili al sale grosso da cucina. Il segreto del suo successo sta nel fatto che ne basta una dose minima (da un dossier della polizia sulle nuove droghe si stima che, il quantitativo di una dose è da attestarsi intorno ai 100 milligrammi), per ottenere uno sballo devastante. Ricercata per lo più da assuntori di cocaina, pare abbia un effetto 8-9 volte più potente delle polverina bianca contemplando tra gli effetti provocati, oltre lo stato di forte eccitazione, allucinazioni, aggressività che può sfociare in istinti suicidi o omicidi. Inoltre, si possono registrare lo sviluppo di fobie e paranoie, alternare momenti d’euforia con sensazioni simili a quella di volare, a momenti di profondo sconforto. Insonnia per diversi giorni. Dipendenza sin dalle prime boccate. Insomma una nuova schifezza che brucerà chissà quante vite umane. L’ennesimo inganno venduto da spacciatori che, altro non sono se non dei semplici burattini i cui fili vengono mossi dai cosidetti Signori della Droga. Sciacalli pronti a succhiare fino all’ultimo secondo dell’esistenza di una persona pur di trarci profitto. Gente che non ha scrupoli, che possiede una morale contorta, che non nutre il minimo rispetto per la vita.


Articolo letto: 1483 volte
Categorie: Cronaca, Sociale


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Ricerche correlate

roma - shaboo - arresti - filippino - droga -

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook