Nasce il Campus For Moms al fine di aiutare le donne con bambini piccoli a sfruttare la loro maternità per crescere dal punto di vista professionale

TEL AVIV
07:00 del 27/07/2013
Scritto da Sabrina

Mentre i giornali di tutto il mondo non fanno che parlare del royal baby, figlio di Kate e William nonché futuro re d'Inghilterra, un'altra nascita ha riscosso notevole attenzione, anche se di quest'ultima in pochi ne hanno parlato. Si tratta del primo incubatore di startup pensato per le neo-mamme e volto a trasformare la maternità in un momento di importante crescita professionale.

Purtroppo, oggi, conciliare la maternità con la vita lavorativa appare spesso difficoltoso e talvolta le donne che desiderano avere un figlio preferiscono rinunciare alla carriera o addirittura al lavoro stesso piuttosto che al loro ruolo irrinunciabile di madre. Ma all'interno del Campus Tel Aviv, ossia l'incubatore high-tech di Google inaugurato lo scorso dicembre all'interno della startup nation israeliana, il neonato Campus for Moms potrebbe essere l'occasione per fare impresa e contemporaneamente prendersi cura dei propri bambini.

Grazie a questo progetto, infatti, pensato da Tal Sarig-Avraham, Product Marketing Manager di Google Israele, viene creato un vero e proprio spazio baby-friendly, con tanto di cuscini colorati e fasciatoi, dove i neonati non sono visti con sospetto ma, anzi, come ospiti naturali del luogo nel quale intrattenere relazioni e progettare innovative strategie di crescita.

Secondo Tal Sarig-Avraham, che ha ideato Campus For Moms appena rientrata dalla maternità assieme a Hilla Brenner, fondatrice del network di imprenditrici israeliane Yazamiyot e anche lei mamma startupper d'eccezione, "moltissimi imprenditori parlano della propria impresa come se fosse un figlio ed è facile capire perché: lanciare una startup è emozionante, ma le giornate sono frenetiche e le notti spesso insonni. Ciò che trovo davvero stimolante, e anche un pò folle, - ha aggiunto - è il fatto che alcune persone si trovano a lavorare a una nuova impresa nel momento in cui diventano genitori".

Da qui, dopo alcune riflessioni sul periodo della maternità e sull'importanza di offrire alle mamme la possibilità di conciliare la genitorialità con l'impiego professionale, le due super-mamme ideatrici del progetto si sono chieste cosa avrebbero potuto fare per aiutare le mamme con bambini piccoli a sfruttare il momento per crescere da un punto di vista professionale. E' stato dato vita quindi a un programma di incubazione, organizzato in nove sessioni, e dedicato ai diversi aspetti del business management, della pianificazione finanziaria e della consulenza legale. Un programma accuratamente studiato che consente alle partecipanti di prendere parte ai workshop e alle lezioni, potendo portare con sé i neonati.

 "Durante il percorso di incubazione" ha spiegato Tal Sarig-Avraham "sono nati quattro bambini e una delle neo-mamme è tornata a lezione meno di una settimana dopo aver partorito".

Ma anche in Italia qualcosa inizia a muoversi. Lo scorso anno a Milano è stato aperto il primo spazio di coworking, ossia uno spazio dedicato alle donne stanche di dover scegliere tra lavoro e vita privata e nel quale poter ottimizzare i tempi e condividere esperienze. Grazie a questo progetto, inoltre, a molte di loro è stata offerta la possibilità di lavorare tranquillamente a pochi metri di distanza dai propri figli, affidati a professioniste esperte.

Nonostante ciò c'è ancora molto da fare. Occorre combattere unitamente per abbattere le disparità di genere e per far sì che la maternità non sia più vista come una sorta di handicap. Tutte le donne dovrebbero avere il diritto di essere madri e lavoratrici, nessuna dovrebbe, invece, mai essere costretta a rinunciare a un pezzo di vita per coltivarne un altro.


Articolo letto: 1362 volte
Categorie: Economia, Esteri, Lavoro, Sociale


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook