La marijuana (spagnolo), o cannabis (latino) o hemp (inglese) è una pianta che si potrebbe definire miracolosa, ed ha una storia lunga almeno quanto quella dell'umanità

Bologna
07:30 del 15/03/2016
Scritto da Gerardo

La marijuana (spagnolo), o cannabis (latino) o hemp (inglese) è una pianta che si potrebbe definire miracolosa, ed ha una storia lunga almeno quanto quella dell'uMani. Unica pianta che si può coltivare a qualunque latitudine, dall'Equatore alla Scandinavia, ha molteplici proprietà curative, cresce veloce, costa pochissimo da mantenere, offre un olio di ottima qualità (molto digeribile), ed ha fornito, dalle più antiche civiltà fino agli inizi del secolo scorso, circa l'80 per cento di ogni tipo di carta, di fibra tessile, e di combustibile di cui l'umanità abbia mai fatto uso. E poi, cosa è successo? E' successo che in quel periodo è avvenuto il clamoroso sorpasso dell’industria ai danni dell'agricultura, e di questo sorpasso la cannabis è stata chiaramente la vittima numero uno.  I nascenti gruppi industriali americani puntavano soprattutto allo sfruttamento del petrolio per l’energia (Standard Oil - Rockefeller), delle risorse Boschive per la carta (editore Hearst), e delle fibre artificiali per l’abbigliamento (Dupont) – tutti settori nei quali avevano investito grandi quantità di denaro. Ma avevano di fronte, ciascuno sul proprio terreno, questo avversario potentissimo, e si unirono così per  formare un'alleanza sufficientemente forte per batterlo.

STATI UNITI - Biodiesel dalla marijuana: la scoperta arriva dalla California grazie alla recente legalizzazione della coltivazione della canapa, operata dal presidente Barack Obama in dieci Stati del Paese. Obama ha autorizzato la coltivazione della cannabis nell'ambito dell'ultimo Farm Bill, piano quinquennale di riforme e finanziamenti per lo sviluppo dell'agricoltura, un programma dalle ricadute economiche e occupazionali immense, con un valore complessivo di ben mille miliardi di dollari.

L'azienda Extreme Biodiesel ha immediatamente colto una grande opportunità nella coltivazione della cannabis, acquistando circa 16 ettari di terreno nello stato governato da Jerry Brown e lanciando il programma XTRM Cannabis Ventures. L'obiettivo iniziale della compagnia californiana era la coltivazione della canapa come materia prima per la produzione di biodiesel, anche se la Extreme Biodiesel non ha ancora reso pubblici i dati sulla produttività e l`efficienza della cannabis nel settore agroenergetico.

L`utilizzo della canapa nel settore automobilistico non è una novità ma nonostante ciò l'esperimento nel campo dei biocarburanti si prefigura come innovativo. La canapa è stata utilizzata dall'azienda canadese Motive Industries nel 2010 nella produzione della prima Auto elettrica realizzata con materiali organici.

Andando ancora più indietro nel tempo, c`è da segnalare l'esperimento di Henry Ford: nei primi anni 40 l'imprenditore statunitense, pioniere dell'industria automobilistica, utilizzò la canapa insieme alla plastica nei prototipi delle carrozzerie delle auto.



Articolo letto: 1429 volte
Categorie: Curiosità, Scienze


Domanda Rank Italia
Cosa ne pensi di una eventuale legalizzazione della Marijuana?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Ricerche correlate

Marijuana - droghe - droghe leggere - benzina -

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook