Allarme sulle tavole italiane: ecco i cibi a rischio. In termini di sicurezza alimentare, il rischio non è solo microbiologico, ma dobbiamo fare i conti anche col rischio chimico

Torino
13:31 del 23/04/2015
Scritto da Gerardo

"In termini di sicurezza alimentare, il rischio non è solo microbiologico, ma dobbiamo fare i conti anche col rischio chimico, un rischio presente, subdolo, che può presentare problematiche per la salute a lungo termine e in modo non chiaro. Su 38.000 controlli nel settore alimentare quasi 12.500 sono risultati non conformi, 3.000 campioni di alimenti sono stati prelevati laddove c' è stato anche solo il sospetto. La nostra attività si basa molto sull'analisi dei fenomeni: negli ultimi anni, per esempio, si sono moltiplicate le attività commerciali di tipo etnico", spiega a Il Giorno Sabato Simonetti, comandande dei Nas di Bologna.

Ma i rischi riguardano alimenti come il pesce che finisce nelle nostre tavole e che non è più quello italiano, ma arriva dai Paesi del terzo mondo con tanto di rischi dovuti alla conservazione del prodotto e alla contaminazione (come metalli pesanti: dal cadmio al mercurio). Il pericolo maggiore riguarda il tonno fresco perché "se rimane in frigo in condizioni non idonee, porta rapidamente a produzione di istamina, la cosa può risultare molto spiacevole, perché può provocare sindrome sgombroide immediata e ricovero al pronto soccorso. Casi da intossicazione di istamina spariti 10 anni fa, stanno tornando", spiega Giorgio Fedrizzi, chimico dell'Istituto zooprofilattico sperimentale della Lombardia ed Emilia Romagna.

E ancora: nelle uova di gallina non da allevamento, ma del contadino, sono state trovate diossine. Infine occhio ai materiali da contatto con i cibi: piatti, stoviglie, pentole, griglie, la qualità di certo acciaio, l'alluminio, lo strato antiaderente di pentole e padelle, le plastiche, il Bisfenolo A, la messa al bando del Pvc.


Articolo letto: 630 volte
Categorie: Cucina, Denunce, Salute


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Carmine

24/04/2015 08:00:12
Ma strano caso, i nas li scoprono sempre prima che venga commercializzato il prodotto..tutte balle chissa da quanto tempo già era sul mercato... questo per non allarmare il cliente e per non fargli arrivare un mare di denunce
6

Elisa

23/04/2015 16:59:40
Il macellaio di fiducia ti dice che sempre fresca, pur di vendere il suo prodotto .dovrebbero essere più controlli e farli chiudere x un po di tempo questi esercizi
5

Ricerche correlate

Alimenti - Salute - Tavole - cibi - ricette - dieta -

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook