Il monte Ortles è una delle montagne più alte della catena alpina. La cima, a 3.905 metri di quota, si trova al confine tra la Lombardia e l'Alto Adige

Milano
10:05 del 31/01/2017
Scritto da Luca

Il monte Ortles è una delle montagne più alte della catena alpina. La cima, a 3.905 metri di quota, si trova al confine tra la Lombardia e l'Alto Adige. È una montagna enorme, tanto che la sua ascesa a piedi richiede un paio di giorni di cammino. E la sua parte sommitale è costituita da una enorme calotta di ghiaccio. Un ghiacciaio profondo diverse decine di metri rimasto, grazie all'altitudine alla quale si trova, praticamente immutato da migliaia di anni a questa parte.

Ma gli studiosi del Consiglio nazionale delle ricerche (Idpa-Cnr) che lo osservano periodicamente, come fanno con tutti i ghiacciai del nostro arco alpino tramite "carotaggi" e misurazioni, hanno fatto negli ultimi mesi una scoperta eccezionale e allo stesso tempo inquietante. Secondo lo studio, pubblicato su The Cryosphere, l'enorme massa di ghiaccio ha cominciato a muoversi per la prima volta da 7.000 anni a questa parte. Cioè dai tempi dell'Uomo di Similaun, la mummia trovata sull'omonimo ghiacciaio che si trova in linea d'aria a 37 chilometri dall'Ortles.


Le carote di ghiaccio estratte indicano come il ghiacciaio abbia cominciato una fase di accelerazione del movimento che non avrebbe precedenti nel periodo osservato. Le prove vengono dagli strati più profondi, datati con la tecnica del carbonio 14, e da misurazioni condotte nel foro di perforazione mediante un inclinometro, strumento in grado di rilevare anche minimi movimenti glaciali. Paolo Gabrielli, ricercatore presso il Byrd Polar and Climate Research Center dell'Università dell'Ohio e responsabile dello studio, spiega: "Il movimento del ghiaccio più profondo potrebbe essere causato dalle infiltrazioni dell'acqua di fusione superficiale, a partire dai margini rocciosi a monte del sito di perforazione, e dal fatto che ora quest'acqua, durante le estati eccezionalmente calde, stia lubrificando la parte basale del ghiacciaio favorendone cosi' il movimento".

Da: QUI


Articolo letto: 458 volte
Categorie: , Ambiente, Cronaca, Denunce


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Amina

31/01/2017 10:54:53
comunque si presume che nel 2050 tutti i ghiacciai saranno sciolti il clima muterà e non ci saranno più le stagioni intermedie.
6

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook