Avete mai pensato che vino, latte, glutine ed altri alimenti potessero cambiare l’aspetto del vostro viso?

Bari
07:00 del 30/03/2016
Scritto da Carla

Avete mai pensato che vino, latte, glutine ed altri alimenti potessero cambiare l’aspetto del vostro viso? Occhiaie accentuate, pelle disidratata e cambiamenti nel colore della carnagione sono solo alcuni degli effetti che si Manifestano quando si segue una dieta sregolata. L’alimentazione ha degli effetti evidenti sulla propria salute ma in pochi sanno che certi cibi possono rendere la carnagione più chiara o accentuare le occhiaie. La naturopata e dermatologa Nigma Talib è la prima ad aver affermato con fermezza che certi cibi e bevande hanno un impatto diretto sul nostro volto. E’ possibile infatti sapere qual è la dieta di una persona semplicemente guardando i segni dell’invecchiamento sul suo volto. Vino, latte, glutine o zucchero: ecco quali sono gli effetti di questi alimenti sul proprio aspetto.

1 Vino – Chi consuma regolarmente due bicchieri di vino al giorno ha occhi arrossati, palpebre cadenti, pori dilatati e pelle disidratata. Queste caratteristiche vengono esaltate da ogni tipo di bevanda alcolica. L’alcol infatti disidrata la pelle e la cosa rende più visibili le rughe e i segni dell’invecchiamento. Inoltre, contiene moltissimi zuccheri e di conseguenza danneggia il collagene, indispensabile per mantenere il viso elastico e tonico. Per curare il proprio aspetto, è consigliabile astenersi il più possibile dagli alcolici oppure scegliere dei vini con poco zucchero come il Sauvignon blanc, il pinot grigio o il merlot.

2 Zucchero – Chi invece segue una dieta ricca di zuccheri presenta delle linee sulla fronte, delle borse sotto gli occhi ed una pelle pallida. Torte, dolci e riso bianco fanno invecchiare più rapidamente la pelle. Il motivo? Vengono trasformati rapidamente in zuccheri. Il corpo innesca dunque un processo chiamato glicazione, cioè le molecole di glucosio in eccesso si attaccano al collagene, rendendo la pelle rigida e poco elastica. Per evitare tutti questi sintomi è necessario eliminare drasticamente dalla propria dieta i cibi ricchi di zuccheri: gli effetti sul proprio volto saranno evidenti.

3 Latte – Le persone che consumano molti prodotti lattiero-caseari come latte, formaggio yogurt o panna spesso non sanno di essere intolleranti al lattosio. Anche se nella maggior parte dei casi si presentano nausea e gonfiore addominale, a volte non c’è alcun sintomo evidente. Basta però analizzare l’aspetto del proprio viso per scoprire una simile intolleranza. Palpebre gonfie, borse ed occhiaie e piccole macchie bianche sul mento sono sintomi del fatto che non si riesce a digerire il latte: l’infiammazione ha infatti degli effetti evidenti sulla pelle. Inoltre, sono sostanze ricche di ormoni che rompono l’equilibrio naturalmente raggiunto dal corpo di ognuno di noi.

4 Glutine – Il glutine è una proteina presente nel grano, nell’orzo e nella segale e sono molti i celiaci che devono eliminarla dalla propria dieta. Non tutti però riescono a riconoscere i sintomi dell’intolleranza. Il glutine spesso causa gonfiore alle guance e macchie scure intorno al mento poiché altera la quantità di ormoni in circolo nel corpo. Eliminare gli alimenti che contengono questa proteina, bere più acqua e consumare più fibre sono i rimedi ideali per combattere l’intolleranza al glutine.


Articolo letto: 1209 volte
Categorie: Cucina, Salute, Scienze


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Ricerche correlate

Alimentazione - cibo - alimenti - salute - donne - rimedi naturali -

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook