Questa app è un esempio di come la tecnologia può davvero aiutare milioni di persone con problemi gravi. Per persone che vedono poco o quasi nulla è nata  Aipoly, una applicazione che tramite l’occhio della fotocamera descrive tutto ciò che essa riprende.

Milano
10:30 del 01/03/2017
Scritto da Luca

Questa app è un esempio di come la tecnologia può davvero aiutare milioni di persone con problemi gravi. Per persone che vedono poco o quasi nulla è nata  Aipoly, una applicazione che tramite l’occhio della fotocamera descrive tutto ciò che essa riprende.

Ci sono ben  285 milioni di persone al mondo che per cause varie non riescono a vedere bene, e Aipoly potrebbe risolvere i loro problemi. Per questo l’italiano Alberto Rizzoli (nella foto a destra), dopo aver frequentato la Singularity University (campus della Silicon Valley che promuove l’uso delle nuove tecnologie per superare le sfide vere dell’umanità), insieme a Marita Cheng e Simon Edwardsson, si sono adoperati per l’elaborazione di questa idea stupenda, fino alla realizzazione dell’ applicazione in partnership con la start-up Teradeep.

Con aipoly l’ iphone diventa un vero e proprio assistente per persone ipovedenti e non vedenti, basta tenere il telefono di fronte a sé e l’ applicazione riconosce gli oggetti e distingue i colori nominandoli ad alta voce, rendendo la vita più semplice alle persone con problemi di vista.


Aypoly è attualmente in grado di riconoscere  migliaia di oggetti maggiormente utilizzati nella vita quotidiana, svariate razze di animale (la maggior parte cani), 1000 specie di piante, vari tipi di cibi descritti con la maggior precisione possibile, e quasi tutti i colori esistenti. La descrizione degli oggetti è disponibile in sette lingue diverse.

L’applicazione confronta i fotogrammi ripresi dalla videocamera dell’ iphone con un dizionario virtuale in continua crescita contenente migliaia di immagini con le relative descrizioni. Al termine di tale confronto restituisce la descrizione dell’immagine presente nel dizionario più simile a quella del fotogramma, il tutto in meno di un secondo.

Di seguito vi mostriamo un video realizzato da Curioctopus.it che descrive al meglio l’app in questione.

 

Da: JEDA

 


Articolo letto: 221 volte
Categorie: , Tecnologia


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Paolo

01/03/2017 12:28:16
UN ottima applicazione per aiutare i non vedenti nella vita quotidiana a farsi strada cosa che oggi la tecnologia ci permette
6

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook