La Legge di Stabilità 2016 prevede importanti agevolazioni per l'acquisto di auto da parte di aziende, artigiani e agenti di commercio

Roma
14:36 del 08/07/2016
Scritto da Alberto

La Legge di Stabilità 2016 prevede importanti agevolazioni per l'acquisto di auto da parte di aziende, artigiani e agenti di commercio. La disposizione, che sarà in vigore fino al 31 dicembre 2016, contempla un superammortamento del 140% per i beni strumentali nuovi. Questo beneficio riguarda solo alcune categorie: se compro auto usate, anche se sono un professionista non ne posso usufruire. A parziale consolazione dell'automobilista che non rientra nelle suddette categorie, entrano in gioco alcune Regioni tra cui Lazio, Lombardia, Umbria, Veneto, Campania, Puglia e Toscana che, a fronte dell'acquisto di una vettura ibrida, esentano dal pagamento della tassa di proprietà per un periodo che va dai tre ai cinque anni. Le iniziative legate al super-ammortamento danno un interessante vantaggio fiscale e consentono una spesa deducibile di 25.306 euro per le imprese e di 36.152 euro per gli agenti di commercio. Per le aziende di noleggio e le autoscuole non sono previsti limiti per la deduzione.

Ma in cosa consiste il maxi ammortamento al 140%? Per entrare nel merito bisogna rifarsi alla circolare 23/E del 26/5/2016 dell'Agenzia delle Entrate che cita i requisiti dei beneficiari e i limiti della deduzione. Il primo è che l'auto o i veicoli commerciali devono essere un bene strumentale "strettamente inerente al core business". L'agevolazione comprende anche le vetture date in uso ai dipendenti, quelle non assegnate e quelle in leasing, permettendo di effettuare la deduzione dall'imponibile per Ires e Irpef. In breve, considerando pari a 100 il costo dell'auto nuova, la deduzione dell'ammortamento sarà di 140: questo permette un risparmio dell'11% per i soggetti Ires (aliquota 27,50%) e fino al 18% per i soggetti Irpef. Questo riguarda le auto aziendali a deducibilità integrale, cioè quelle utilizzate come beni strumentali dell'azienda. Il maxi ammortamento interessa, però, anche le auto nuove date in uso promiscuo ai dipendenti: si ammortizza il 70% del costo e non c'è un limite al prezzo dell'auto acquistata. Il beneficio richiede che l'utilizzo del mezzo da parte del dipendente non sia occasionale ma faccia parte delle sue mansioni. Se le auto sono assegnate ad amministratori o a soci non si applica la deducibilità prevista per l'uso promiscuo dei dipendenti, ma un differente trattamento fiscale. Per quanto riguarda, invece, le auto a disposizione, cioè non assegnate, la deducibilità è del 20%. Diverso il discorso inerente alle auto prese con contratti di leasing dall'azienda. Si beneficia della deducibilità solo se il leasing dà la possibilità di riscattare l'auto e non nel caso del leasing operativo che, essendo considerato un affitto, non usufruisce di questi vantaggi. Il canone del leasing non operativo viene dedotto incrementato del 40% se si tratta di un bene strumentale o di un'auto pubblica, mentre si deduce del 70% incrementato del 40% se è assegnata al dipendente. Per le auto non assegnate, la deducibilità varia a seconda della categoria (motociclo, autovettura, caravan).


Articolo letto: 638 volte
Categorie: Motori, Nuove Leggi


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook