Quanto valgono le ricchezze dell'Africa? 46.200 miliardi di dollari, secondo l'esperto David Beylard. Peccato che le guerre e la mancanza di formazione impedisca al Continente nero di sbloccare quel patrimonio

Roma
18:16 del 21/07/2014
Scritto da Albertone

C'è un patrimonio che attende solo di essere sbloccato, ma guerre e mancanza di formazione impediscono sul nascere qualunque tentativo di industrializzazione e di sviluppo. Ecco perchè l'Africa può definirsi un Continente ricco, ma povero. Diciotto dei venti Stati più poveri al mondo si trovano proprio qui, le aspettative di vita sono fra le più basse del pianeta, milioni sono le persone - tra cui donne e bambini - costrette a vivere con meno di un dollaro al giorno e i servizi pubblici essenziali come l'acqua, la corrente elettrica e la fognatura sono una chimera per gran parte delle tribù. Qui, ogni volta che scoppia una guerra, si riparte sempre da capo.

Così, nonostante gli sforzi di missionari, associazioni e Nazioni progredite, i passi in avanti sono minimi. Eppure, le risorse ci sarebbero anche. Il sottosuolo pullula di materie preziose, di cui si ciba - economicamente parlando - buona parte dell'Europa, dell'Asia e dell'America. Bisognerebbe solo estrarle e rivenderle ad un prezzo di mercato, invece per il Continente nero tutto questo è impossibile. Ma quanto vale il sottosuolo dell'Africa? Una cifra c'è, anche se ovviamente stimata: 46.200 miliardi di dollari. A tanto ammonterebbero le ricchezze minerarie dell'Africa secondo l'esperto congolese David Beylard, autore di un’inchiesta sulla rivista economica “Les Afriques”. Con il 12% di questa somma l’Africa potrebbe finanziare la costruzione di infrastrutture di livello europeo. Insomma, potrebbe tranquillamente progredire verso lo sviluppo, lasciarsi alle spalle drammi sociali come il Virus dell'HIV e garantire una vita dignitosa a tutti i suoi abitanti.

Il valore finanziario dei giacimenti africani di materie prime, finora scoperte, è di 46.200 miliardi di dollari. "Perché l’Africa non riesce a valorizzare una simile ricchezza che equivale a 13 volte il reddito annuale della Cina? Un patrimonio largamente sufficiente per trasformare il continente in una delle prime potenze mondiali", come scrive Beylard. In tutto questo, naturalmente, c'è da fare i conti con la situazione perennemente bellicosa del Continente, con conflitti civili che hanno reso instabili tutti gli Stati e con confini che assomigliano a delle linee Maginot da non valicare per evitare catastrofi ancor maggiori. Nonostante questo, tutti gli Stati hanno ricchezze che potrebbero vendere all'Europa e all'Asia. Con il 12% di 46.000 miliardi di dollari, l’Africa potrebbe finanziare la costruzione di infrastrutture di livello europeo.

Secondo lo studioso africano, una della cause del mancato sviluppo dell’Africa è il modello economico fondato sulla finanza speculativa: "Alcune società minerarie senza mezzi adeguati, a volte persino senza personale, né uffici, appartenenti ad azionisti anonimi, registrate in paradisi fiscali, riescono grazie a promesse e a messe in scena, a convincere i governi africani ad affidare loro delle enormi concessioni minerarie. Una volta intascato il contratto, queste società si precipitano in borse poco regolamentate, in genere canadesi, per sfruttare i loro titoli africani e intascare dei profitti prima ancora che un solo grammo di minerale sia estratto dalla concessione a loro affidata". Col risultato che le risorse rimangono al loro posto, i benefici per i cittadini sono inesistenti e i Governi diventano scettici verso gli europei o i bianchi, preferendo mantenere le materie prime al loro posto e bloccando così l'evoluzione verso il progresso.


Articolo letto: 2009 volte
Categorie: Economia, Esteri


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook