Tre sanitari di Medici senza Frontiere sono rimasti uccisi in un bombardamento contro l’ospedale di Kunduz, città afghana sotto il controllo dei talebani e da giorni teatro di scontri con le forze di sicurezza governative.

Firenze
07:30 del 04/10/2015
Scritto da Luca

Tre sanitari di Medici senza Frontiere sono rimasti uccisi in un bombardamento contro l’ospedale di Kunduz, città afghana sotto il controllo dei talebani e da giorni teatro di scontri con le forze di sicurezza governative. Le forze americane hanno realizzato un attacco aereo la notte scorsa su Kunduz City che “potrebbe avere causato danni collaterali ad una struttura medica della città”, ha comunicato il portavoce delle forze Usa in Afghanistan, colonnello Brian Tribus. Altre 30 persone risultano disperse. “Alle 2,10 locali – riferisce Medici senza Frontiere (MSF) in un comunicato – il Centro traumi di Kunduz è stato ripetutamente colpito durante un intenso bombardamento ed è rimasto gravemente danneggiato”.

“Siamo profondamente scioccati dall’attacco”, ha detto Bart Janssens, direttore delle operazioni per Medici senza frontiere. “Quando c’è stato l’attacco aereo questa mattina – si legge nel comunicato pubblicato online dal gruppo – avevamo 105 pazienti e sorveglianti in ospedale ed erano presenti oltre 80 membri dello staff, nazionali ed internazionali”. Nel frattempo, il portavoce dei talebani Zabiullah Mujahid ha fatto sapere che “al momento dell’attacco” tra i pazienti dell’ospedale “non c’era nessuno dei nostri combattenti”.


Articolo letto: 694 volte
Categorie: Cronaca, Esteri


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Ricerche correlate

Medici - Isis - Guerra - Bombe -

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook