BENEFICI DELL’AEREOSOL - Può risolvere diversi problemi di salute, riducendo al minimo gli effetti collaterali che hanno tanti farmaci.

Milano
22:00 del 07/01/2017
Scritto da Luca

BENEFICI DELL’AEREOSOL - Può risolvere diversi problemi di salute, riducendo al minimo gli effetti collaterali che hanno tanti farmaci. L’aerosol in molte situazioni, è un vero e proprio toccasana, non soltanto per bambini, ma anche per adulti e anziani. Tosse, mal di gola, possono essere eliminate con l’uso costante dell’aerosol, naturalmente è importante utilizzarlo correttamente.

BENEFICI DELL’AEREOSOL - Poche gocce di acqua marina nell’apparecchio possono fare molto, sia nella fase acuta sia come prevenzione nei confronti dei malanni invernali.

BENEFICI DELL’AEREOSOL - Non sempre i bambini le amano, ma le inalazioni con aerosol possono rivelarsi uno straordinario alleato per prevenire e curare infiammazioni e infezioni di naso e gola, così frequenti durante tutto l’anno e all’ordine del giorno nei mesi più freddi e nei cambi di stagione.

Aerosol Torino: aerosol e spray - prodotti e confezionamenti in Torino

In base ai dati epidemiologici e all’esperienza pratica, durante l’infanzia gli episodi di raffreddore e tosse possono arrivare fino a 7-10 nell’arco dei dodici mesi e disporre di un metodo efficace e innocuo per contrastarli è fondamentale per assicurare al bambino il massimo benessere.

I benefici del vapore

L’aerosol rappresenta senz’ombra di dubbio una soluzione ideale. Il calore del vapore, infatti, insieme all’effetto umidificante delle microparticelle di acqua, permette di alleviare la sensazione di secchezza a carico della gola tipicamente associata alla tosse intensa (specie se non produttiva, come spesso è quella che accompagna l’influenza e i colpi di freddo) e di fluidificare l’eventuale muco troppo concentrato e ostico da espellere, facilitandone l’eliminazione.

È un aspetto da non sottovalutare soprattutto nei bambini più piccoli (0-2 anni), nei quali l’impiego di farmaci mucolitici di qualunque tipo è assolutamente controindicato.

Questa azione favorevole può essere, poi, ulteriormente potenziata aggiungendo nel serbatoio del dispositivo per l’aerosol soluzioni caratterizzate da un’azione lenitiva e riequilibrante più specifica, come quelle isotoniche all’acqua di mare, acquistabili in farmacia.

Grazie ai sali minerali che contengono, in composizione simile a quelle dell’acqua marina, amplificano l’effetto preventivo e terapeutico del vapore, senza creare alcun problema al bambino, neppure in caso di somministrazioni ripetute nell’arco della giornata o protratte per periodi prolungati.

Igiene periodica delle vie aeree

Se il bambino collabora, prevedere trattamenti aerosol regolari una o più volte al giorno nei mesi di massima diffusione dei virus del raffreddore e dell’influenza (ossia da ottobre a marzo) è assolutamente consigliabile.

Con un po’ di pazienza e fantasia non è difficile coinvolgere il piccolo e rendere il momento dell’aerosol gradevole e allegro. Il rumore dello strumento e l’uso della mascherina, spesso percepiti come fastidiosi, possono per esempio essere sfruttati per inventare storie di immersioni subacquee, esperimenti fantascientifici o missioni spaziali, da sviluppare giorno dopo giorno, come le puntate di un cartone animato.

Per tranquillizzare i più piccoli possono bastare un po’ di coccole, la vicinanza dei giocattoli preferiti e una musica rilassante in sottofondo, senza dimenticare di sottolineare la loro bravura e ringraziarli per la disponibilità dimostrata al termine di ogni inalazione andata a buon fine.

Vietato, invece, fare le cose di fretta, incalzando il bambino e pretendendo che se ne stia buono e calmo per i 7-0 minuti necessari (è inutile prolungare oltre questo tempo laerosol) per completare la procedura, mentre lo si sgrida o ci si lamenta in continuazione. È il modo migliore per far odiare l’aerosol a chiunque.

Se il bambino tossisce durante l’inalazione non ci si deve preoccupare: è una reazione del tutto normale che indica che il vapore e la soluzione isotonica all’acqua di mare stanno producendo l’effetto desiderato.

Anche dopo aver terminato la procedura l’intensità della tosse potrà aumentare per un certo tempo, risultando anche più produttiva. Il bambino va incoraggiato a tossire (e a soffiarsi il naso) perché in questo modo riuscirà a eliminare il muco e i microrganismi patogeni che contiene in modo più efficiente


Articolo letto: 232 volte
Categorie: , Salute


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook