Addio agli scontrini: dal 2017 trasmissione telematica al fisco. A partire dal 2017 lo scontrino fiscale diventerà facoltativo per tutte le società che effettuano cessioni di beni e servizi

Torino
13:25 del 22/04/2015
Scritto da Gerardo

A partire dal 2017 lo scontrino fiscale diventerà facoltativo per tutte le società che effettuano cessioni di beni e servizi. Secondo quanto si legge in un comunicato di Palazzo Chigi, diramato al termine del Cdm sui decreti fiscali, sarà infatti prevista "la possibilità di trasmettere telematicamente all'Agenzia delle Entrate i dati dei corrispettivi", cioè degli incassi. "In sostanza - si sottolinea - si tratta del superamento dello scontrino a fini fiscali". Rimane sempre l'obbligo della fattura necessaria, ad esempio, per la garanzia. In altre parole, il decreto prevede, in via opzionale, a decorrere dal primo gennaio 2017, l'invio telematico all'Agenzia delle Entrate di tutte le fatture emesse e ricevute. "Si potrà quindi disporre di un lasso di tempo congruo per predisporre l'infrastruttura tecnologica - è scritto nella nota - Per agevolare le imprese nell'uso del nuovo strumento telematico l'Agenzia delle Entrate renderà disponibile gratuitamente, a decorrere dal 1° luglio 2016, il servizio base per la predisposizione del file contenente i dati della fattura e il suo invio".

 Vantaggi per chi se ne avvale

La norma è contenuta nello schema di decreto delegato approvato oggi dal Cdm in prima lettura che contiene l'estensione anche ai rapporti tra società private della fattura elettronica. "La misura - è scritto nel comunicato illustrando i contenuti del decreto sulla fatturazione elettronica - si rivolge a tutti i soggetti passivi Iva e introduce incentivi, in termini di riduzione degli adempimenti amministrativi e contabili, a vantaggio delle imprese che la utilizzano. Il provvedimento è in linea con l'impostazione dell'Ocse, secondo cui il fisco deve trasformarsi da verificatore ex post a soggetto che facilita gli adempimenti fiscali sfruttando le leve della Tecnologia".

L'utilizzo della fatturazione elettronica è facoltativo


Per quanto riguarda gli scontrini, "per tutti i soggetti che effettuano cessioni di beni e prestazioni di servizi è prevista la facoltà di trasmettere telematicamente all'Agenzia delle Entrate i dati dei corrispettivi, in sostituzione degli obblighi di registrazione. L'opzione ha effetto per cinque anni e si estende di quinquennio in quinquennio. In sostanza si tratta del superamento dello scontrino a fini fiscali. Resta comunque fermo l'obbligo di emissione della fattura su richiesta del cliente (necessaria ad esempio per attivare una garanzia, o per dimostrare un avvenuto acquisto)". La novità comporta "modalità nuove e semplificate per i controlli fiscali" che saranno descritte con un decreto del Ministro dell'Economia e delle Finanze. In pratica i controlli "potranno essere effettuati, anche ‘da remoto', riducendo così gli adempimenti dei contribuenti ed evitando di ostacolare il normale svolgimento delle attività. Viene poi esclusa la duplicazione nella richiesta di dati”.


Articolo letto: 1339 volte
Categorie: Economia


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Paolo

22/04/2015 13:27:43
Pensano forse che ci sia qualcuno che emette fatture e poi le "trasforma" per eludere il fisco ??? Il "nero" non viene fatturato, i corrispettivi incassati in "nero" non vengono versati in banca, ma spesi "in contante" .... come ben sapranno anche coloro che incassano bustarelle .
5

Ricerche correlate

Scontrino - Fattura - Fisco - Imposte - Tasse - Contributi -

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook