Ufficialmente sono 107.000, secondo quanto risulta dall'ultimo rapporto Migrantes 2015, ma probabilmente sono molti, molti di più.

Palermo
08:20 del 14/10/2016
Scritto da Luca

"I giovani migliori, cioè quelli che possono, devono lasciare i paesi in crisi per il semplice motivo che non c'è lavoro. E il lavoro manca perché creare disoccupazione tramite l'austerità e la "flessibilità" del mercato del lavoro è l'unico modo per far scendere i salari. E i salari devono scendere, nei paesi più deboli (quindi più poveri) perché in assenza di aggiustamento del cambio questo è l'unico modo per riportare i conti con l'estero a posto. Il legame fra Schengen (cioè la mobilità del lavoro) e Maastricht (cioè la mobilità del capitale) è tutto qui."

Servono pero' progetti di politica alternativa, recupero di risorse, redistribuzione della ricchezza tassando i capitali finanziari e partrimoni, non basta. nuove politiche del lavoro ( ormai con l'avvento macchine serve lavorare meno ma tutti e sviluppo lavori creativi(solo il reddito di cittadinanza.

Ufficialmente sono 107.000, secondo quanto risulta dall'ultimo rapporto Migrantes 2015, ma probabilmente sono molti, molti di più. Sono i giovani italiani che hanno deciso di lasciare il Paese, per andare all'estero.




In questo universo di persone
, ci sono speranze, progetti, professionalità che nell'Italia di Renzi non trovano il modo di esprimersi. Le famiglie di questi ragazzi le incontro ogni settimana, parlando con i cittadini in tutta Italia, negli eventi, nelle piazze. E per nessuna di queste famiglie la priorità era cambiare 47 articoli della Costituzione. Quello che serve sono posti di lavoro, e stipendi degni del livello di professionalità.

Per il nostro Governo, invece, gli stipendi bassi dei nostri professionisti sono una merce di scambio di cui vantarsi con gli investitori stranieri. Qualche giorno fa è stato presentato Industria 4.0, il piano nazionale per rilanciare gli investimenti e le imprese italiane e nella brochure le aziende estere sono state invitate ad investire in Italia perché i lavoratori italiani “costano meno" rispetto ai colleghi di altri Paesi europei. Si diceva chiaramente che un ingegnere italiano guadagna in media 10.000 € in meno di un ingegnere di un altro Paese europeo.

Se questa è la visione che il governo ha del futuro dei nostri giovani, una svendita al miglior offerente, non stupisce che i giovani scappino. Qui non c'è bisogno di cambiare la Costituzione, bisogna cambiare chi ci governa.


Articolo letto: 449 volte
Categorie: Denunce, Lavoro


Domanda Rank Italia
Cosa ne pensi della disoccupazione giovanile italiana?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Deborah

14/10/2016 17:55:55
La disoccupazione giovanile, e non solo, in Italia è altissima. Sicuramente i dati che ci vengono forniti dall'Istat non sono attendibili perchè vedo tantissime persone che magari hanno la Partita Iva ma portano poco o niente di utile all'anno e vengono considerati dall'ISTAT come persone occupate!!!!!
3

Aloisa

14/10/2016 10:42:29
Io penso che in Italia non c'è lavoro, e sono sicura che è cosi.
Ci sono giovani che sono alla ricerca da anni, sono depressi, demotivati e questo per colpa di chi ci governa preferite i lavoratori stranieri a noi...
6

Clara

14/10/2016 09:54:27
Un guadagno, altro che una perdita lavorare all'estero. Sono dirigente di azienda in pensione e so come l'esperienza all'estero è molto ricercata dalle aziende per qualifiche tecniche o commerciali dirigenziali. Polemizzate su cose più gravi. Anzi diteci come fareste voi.
3

Serena

14/10/2016 09:33:38
Scappi chi può da questa Italia specie se la destinazione e' in Paese di civiltà' più' avanzata dove non esistono i nepotismi, le raccomandazioni, i concorsi truccati, la mortificazione delle competenze e dei redditi. Per quel che può offrire l'Italia ai giovani bastano gli immigrati
4

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook