Ci fanno credere che l’Italia accoglie migranti perchè è buonista, ma la verità è che l’immigrazione serve ai poteri forti?Ecco perchè.VIDEO

Roma
07:30 del 17/11/2016
Scritto da Samuele

Ci fanno credere che l’Italia accoglie migranti perchè è buonista, ma la verità è che l’immigrazione serve ai poteri forti?Ecco perchè.VIDEO

Accogliamo migranti più di ogni altro paese europeo, li andiamo addirittura a prendere sulle loro coste, cosa che nessun altro fa, ma sono davvero tutti gesti dovuti al nostro buonismo? Oppure gli immigrati servono ai poteri forti del mondialismo e della finanza? Si tratta di immigrazione o di deportazione autorizzata verso il nostro paese?

Il sospetto verso l’ultima viene accresciuto dal fatto che al Parlamento Europeo sembra non si voglia risolvere il problema, facendo sì che è il Bel Paese la nazione ad inglobare più stranieri possibili. Ma a cosa servono davvero gli immigrati?

A queste domande ha risposto il filosofo Diego Fusaro in una trasmissione del programma “Matrix”, spiegando i motivi dell’ immigrazione in tre unti da leggere attentamente:


In primo luogo l’immigrazione giova al potere e ai signori della mondializzazione capitalistica perché garantisce un abbassamento dei costi della manodopera. Se l’immigrato fa 5 euro all’ora ciò che l’italiano fa a 10, è evidente che poi costringerà anche l’italiano a fare a 5 quello che prima faceva a 10. Marx direbbe ‘l’esercito industriale di riserva nelle mani del capitalismo nella lotta di classe.

Secondo punto. L’immigrazione serve a fare in modo che il conflitto resti proiettato nell’orizzontalità del conflitto tra servi, tra disoccupati immigrati e disoccupati italiani, e non salga mai verso l’alto, cioè verso i signori del mondialismo e della finanza.

Terzo punto. La migrazione come deportazione di massa oggi in atto serve esattamente a imporre un nuovo profilo antropologico, quello del dis-occupato. I migranti, proprio come i nostri giovani sono precari, non occupano un posto fisso, sono costretti a essere delocalizzati, spostati secondo i flussi del capitale e dei suoi movimenti sradicanti. Ecco in quale senso possiamo dire che oggi l’immigrazione di massa è una deportazione di massa. E lasciatemi dire: il nemico non è il migrante, che anzi è un nostro amico con cui dobbiamo cercare di stringere rapporti di solidarietà conflittuale contro il potere. Il nemico non è chi fugge, ma chi costringe a fuggire. Il nemico non è chi è disperato, ma chi getta nella disperazione la gente. Il nemico non è chi migra, ma chi costringe i popoli, compresi gli italiani, a migrare, seguendo le logiche sradicanti della mondializzazione”.

Non possiamo non condividere il pensiero di Diego Fusaro il quale a nostro avviso rispecchia l’esatta realtà dei fatti, una realtà che vede gli italiani fermi ad assistere alla loro “sostituzione”.
Ecco di seguito l’intervento di Diego Fusaro

 

http://misteri.newsbella.it/

 


Articolo letto: 992 volte
Categorie: Denunce, Sociale


Domanda Rank Italia
Cosa ne pensi del business immigrazione?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook