730, la doppia fregatura del Fisco: addio ai rimborsi. Se non avete consegnato la dichiarazione dei redditi prima della metà di luglio, potete dire addio agli eventuali rimborsi di cui potevate godere dal datore di lavoro

Roma
09:20 del 23/07/2015
Scritto da Gerardo

Se non avete consegnato la dichiarazione dei redditi prima della metà di luglio, potete dire addio agli eventuali rimborsi di cui potevate godere dal datore di lavoro. La notizia nefasta più che da una norma è dettata da un dato di fatto che i Caf hanno provato a comunicare da tempo ai contribuenti, ma che sembra sia passata un po' in sordina visto il caos di quest'anno con gli intermediari impelagati di problemi per la novità del 730 precompilato.

La resa - Gli stessi Caf hanno gettato la spugna davanti ai guai che l'ultima idea del governo Renzi ha introdotto, in teoria per semplificare la vita dei contribuenti. Rispetto ai soliti 10 giorni di proroga, i Caf hanno chiesto più tempo. Non solo per l'incertezza delle regole, ma anche perché da quest'anno è stato introdotto l'onere a carico degli intermediari per le imposte non pagate dal contribuente. Questo li ha portati a stare mille volte più attenti e verificare tutto con più meticolosità, quindi con un allungamento dei tempi necessari notevole.

La beffa - Il monito dei Caf aveva messo in guardia i contribuenti sui rischi di ridursi all'ultimo momento nella compilazione del 730. Superata la metà del mese di luglio, quindi usufruendo della proroga, ci sarebbe stato il rischio molto alto che venisse meno il tempo tecnico per ottenere le compensazioni. Chiarisce il Sole 24 ore, infatti, che una volta compilato dall'intermediario, la dichiarazione dei redditi deve essere poi inviata all'Agenzia delle Entrate che manda il modello al datore di lavoro. Questo a sua volta deve procedere con il rimborso, o eventuale addebito. Qui si inceppa tutto, perché gli uffici amministrativi sbrigano le buste paghe prima della metà del mese e riaprire i cedolini non è sempre operazione possibile in tempi brevi. Il tutto slitterebbe quindi alle buste paga di agosto, ma a quel punto i calcoli verrebbero fatti solo per le compensazioni a favore del Fisco, visto che per rimborsi i tempi sarebbero scaduti.


Articolo letto: 778 volte
Categorie: Economia


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Ricerche correlate

Fisco - Inps - Agenzia - Entrate - Imposte - Contributi - Rimborso -

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook