Nonostante gli anni in cui viviamo, il sesso non è sempre una materia di cui si riesca a parlare con facilità: soprattutto noi donne combattiamo con la frustrazione di un corpo spesso vissuto nel senso di colpa.

Firenze
15:00 del 18/11/2016
Scritto da Samuele

Nonostante gli anni in cui viviamo, il sesso non è sempre una materia di cui si riesca a parlare con facilità: soprattutto noi donne combattiamo con la frustrazione di un corpo spesso vissuto nel senso di colpa. Ci sentiamo meno belle rispetto ai corpi perfetti della pubblicità, drammaticamente meno disinvolte nel confronto crudele con le attrici del grande schermo: meno desiderabili ed è qui, a causa di questo punto cruciale, che rischiamo di inquinare i rapporti sessuali ed emotivi con lo spettro delle nostre paure. La prima variabile in grado di fare la differenza? Sentirsi desiderato: esattamente come il pubblico femminile, essere desiderato dalla compagna per un uomo costituisce un incredibile stimolo eccitatorio. Ecco il primo passo per vivere il sesso in maniera positiva.

DIRE, FARE... NON PENSARE!

Quel rotolino che spunta lì dove non dovrebbe, le smagliature post allattamento, la cellulite a cui dai battaglia quotidiana da anni: il corpo femminile è una mappa di ciò che spesso definiamo come difetti e che invece costituiscono la geografia emozionaledella nostra storia. Lasciarti andare è una questione fondamentale, sia per soddisfare il tuo piacere, sia nella magica alchimia con l'altro. Smetti di pensare, confrontare, pensare se sei abbastanza brava o se stai facendo i movimenti giusti: quando ti accorgi che la tua mente è sintonizzata su questi pensieri, cambia la frequenza come faresti con la radio. Concentrati sul tuo respiro, che entra e esce dalle narici; allenati a percepire le sensazioni che cambiano. La tua pelle è la superficie di contatto che separa il corpo dal resto del mondo, un'area di frontiera sensibilissima e piena di recettori. Respirare profondamente ti aiuterà a rilassarti e entrare in sintonia con le tue emozioni: insegui le tue percezioni, concentrati semplicemente su quello che stai provando. Il partner si accorgerà immediatamente del tuo abbandono totale e a questo punto avrete già raggiunto un livello di intimità molto alto.

CERCA IL TUO PIACERE

Il piacere è questione di allenamento. Un vero e proprio training quotidiano perché, nonostante si arrivi a fine giornata a pezzi e per ognuno non manchino i tanti problemi da affrontare, negare a se stessi l'intimità con il proprio partner significa rinunciare alla propria dose giornaliera di calore vitale, affetto, scoperta di se attraverso l'altro. Come dimostrato da numerosi studi fare sesso ha un effetto anti-ansia e antistress. Prova a prendere l'iniziativa tu. Non devi atteggiarti a ciò che non sei o immaginare posizioni degne della miglior contorsionista, ma seguire il tuo istinto. Sposta l'oggetto dell'attenzione dal suo piacere al tuo. Se ti focalizzi sul partner rischi di perdere la connessione con le tue percezioni e aumentare il rischio di venire distratta da altri pensieri o sentirsi confusa su cosa fare. Cerca il tuo piacere nel corpo dell'altro. Carezze, strofinamenti, posizioni: gioca a muoverti in libertà. Per lui sarà elettrizzante e per entrambi un'avventura in un turbine di sensazioni.

UN GIOCO PER DUE

Da quanto tempo non giocate più? Se nelle prime fasi di una storia ci si concede molto più tempo nell'esplorazione uno dell'altro, pratiche come il petting diventano spesso sconosciute quando il rapporto si consolida e il sesso tende ad abbreviare i tempi assestandosi su dinamiche già conosciute. È un fatto normale all'interno di una relazione: alcune indagini hanno osservato che in una coppia di lunga data l'uomo tende a raggiungere più in fretta l'orgasmo rispetto ai primi tempi. Ci si conosce meglio, ma questo non significa che si debba perdere il gusto del gioco. Dedicatevi al piacere reciproco attraverso un viaggio nelle vostre sensazioni. Tema scottante: il sesso orale. Se per gli uomini è uno dei must del piacere, soprattutto per le donne può essere fonte di imbarazzo. Non avere timore di fare domande, chiedi al tuo lui quali movimenti preferisce; guardalo negli occhi, fallo sentire desiderato e ovviamente non dimenticare... di comunicare cosa piace a te. Il sesso è un gioco che si fa in due, ognuno deve imparare a esprimere ciò che desidera.

FIDUCIA, GIOCO, INTIMITÀ

Il miglior sesso è quello in cui non ci sono regole. Togliti dalla testa l'obiettivo dell'orgasmo: è una questione complessa, che parte soprattutto dalla testa e finisce per travolgere ogni cellula del corpo. Meno penserai, più avrai probabilità di centrare la vera questione, ovvero stare con tutti i tuoi sensi all'erta, sentire il brivido della passione che solletica la vostra pelle come una scossa elettrica, giocare con il corpo dell'altro, divertirti. Anche quando si hanno figli è importante creare delle piccole fughe a due, in cui riscoprire il gusto di concedersi uno all'altro in maniera totale. Ricorda che il piacere non è solo sessuale, ma ha a che fare con tutto ciò che fai: sentire che ti stai permettendo di provarlo scioglie le paure più intime come neve al sole. Piano piano scoprirai che puoi fidarti in un modo nuovo e vibrare insieme al partner con la voglia di essere due bambini che sperimentano il gioco della vita.

http://www.donnamoderna.com/


Articolo letto: 255 volte
Categorie: Sesso


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook