Sono state respinte le loro richieste per ottenere lo status di rifugiato politico, ma non sono ancora stati rimpatriati nel loro paese d’origine perchè non sono stati trovati accordo con questi stati e perchè sarebbe troppo oneroso.

Bari
05:20 del 31/10/2016
Scritto da Sasha

Sono state respinte le loro richieste per ottenere lo status di rifugiato politico, ma non sono ancora stati rimpatriati nel loro paese d’origine perchè non sono stati trovati accordo con questi stati e perchè sarebbe troppo oneroso.

Evidentemente il governo ha preferito spendere 3,3 miliardi di euro, secondo le stime fornite dal Ministro Padoan, nel 2015 per l’accoglienza spropositata pur di non rimandarli a casa loro e tutto ciò risulta essere veramente folle.
Secondo le ultime stime in Italia ci sono almeno 50.000 clandestini che girano, senza meta, rimbalzando tra lo sfruttamento e l’illegalità e rischiando di sparire completamente.

Di norma la risposta riguardo alla richiesta di asilo politico avviene non prima di due anni: il primo anno serve per istruire la pratica e ottenere l’eventuale richiesta di protezione. Qualora la risposta fosse negativa, possono fare ricorso al tribunale e così questi rimangono sul nostro suolo per un altro anno. Dall’inizio del 2014 le richieste respinte sono oltre 100.000.

Esiste anche una modalità per accedere a dei fondi europei e consentire il rimpatrio dei clandestini, ma sono accessibili solamente se questi ultimi sono favorevoli: dal 2009 al 2015 i rimpatri volontari sono stati appena 500 su centinaia di migliaia di immigrati approdati qui.



Ci tolgono le case per darle ai clandestini!

Dare le case pignorate ai clandestini. Da anni certa Sinistra - come pure i ragazzi dei centri sociali - accarezzano l'idea, che a Lecco potrebbe diventare realtà. Se ne è accorto, e lo ha denunciato, il senatore leghista Paolo Arrigoni che su Facebook ha commentato: "Immigrati: affitto immobili pignorati per l’accoglienza è ultima follia! Che razza di paese è quello che incentiva l’impiego di case espropriate a famiglie che non riescono a pagarsi il mutuo, e che disperate poi finiscono in strada o a dormire in macchina, per metterci invece dei clandestini?".

"Questa novità è contenuta in una vergognosa circolare/direttiva del giudice delle esecuzioni immobiliari del Tribunale di Lecco inviata agli avvocati delle parti delle procedure immobiliari", ha commentato Arrigoni. "Domanda: ma questa pessima iniziativa, che mira a perseguire 'un alto scopo umanitario e sociale’, e che abusivamente definisce ‘rifugiati’ i soggetti da accogliere, quando in realtà trattasi di richiedenti asilo, è stata imposta dal Ministro della Giustizia, magari in accordo con il collega degli Interni Alfano, sempre più alla disperata ricerca di posti per ampliare il sistema dell’accoglienza che oggi conta 172.000 migranti, in gran parte clandestini? Oppure, trattasi di iniziativa autonoma del giudice lecchese da stigmatizzare e censurare?". "Vedremo cosa risponderà il Ministro Orlando al quale rivolgerò un’interrogazione parlamentare", ha concluso Arrigoni.


Articolo letto: 332 volte
Categorie: Denunce, Sociale


Domanda Rank Italia
Esprimi un tuo parere sulla questione clandestini in Italia!
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Valeria

31/10/2016 08:10:11
Ci si chiede come mai....e perchè il governo continua a chiedere all Europa di fare il suo dovere.....per forza che l Europa non li vuole,sono tutti clandestini!
5

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook