3 miliardi di denaro pubblico alle banche ogni anno: scelgono sempre di salvare loro, MAI NOI! Chissà perchè per certe persone i soldi che non ci sono per i poveri CI SONO MIRACOLOSAMENTE PER LE BANCHE!!!

Venezia
14:15 del 01/06/2015
Scritto da Gerardo

Chissà perchè per certe persone i soldi che non ci sono per i poveri CI SONO MIRACOLOSAMENTE PER LE BANCHE!!!

Eh si, in Italia sommariamente le cose funzionano in questo modo… La liquidità salva-banche è sempre disponibile e ben concessa, mentre per le famiglie in difficoltà e per le azienda in fallimento…beh no, loro devo attendere che le riforme facciano il loro effetto…che le leggi vengano applicate e che la crisi finisca di divorarci.

Che assurdità…In questo modo, come può un popolo sentirsi grato ad una classe Politica che fa di tutto per salvare le banche, le quali ci stanno costando un VERO PATRIMONIO DI SOLDI PUBBLICI??  Si, per la precisione 3 miliardi l’anno, OGNI ANNO!

E’ normale che poi crescono i dissensi e le polemiche e cali la credibilità di politici.

Ma ci vuole tanto a capire che se non si danno soldi e flessibilità al cittadino…è lui stesso che non fa girare l’economia??

Senza un libertà monetaria, nessuno acquista, nessuno compra…Nessuno vive! SI SOPRAVVIVE…

Ma la protesta non è solo popolare. Infatti, Elio Lannutti (Presidente di ADUSBEF) e Rosario Trefiletti (Presidente della FEDERCONSUMATORI) hanno fatto dichiarazioni in merito, stanchi di questa situazione.

“”“Tre miliardi di euro l’anno pagati alle banche d’ affari, non destano nessun allarme?

Chi ha sbagliato a stipulare contratti sulla pelle del Paese, degli esodati e dei giovani senza futuro per favorire le banche di affari, ed ingrassare i banchieri, deve andare a casa ripagando i danni a tutta questa povera gente, e qualora non avesse tale sensibilità, deve essere immediatamente dimissionato dal capo del Governo”

E’ intollerabile parlare di 3 miliardi di euro l’anno sottratti alla fiscalità generale per i benefici alle Banche. E’ inaccettabile.”"

Signori…Questi non sono spiccioli, sono fior di quattrini. Si può stimare che essi siano circa il 3,7% del debito pubblico totale il quale ammonta ad 80 miliardi di euro…Mica monetine!! Però in tutto ciò so preferisce dare questi soldoni alle Banche, anziché aiutare famiglie e imprese in difficoltà.

Trefiletti e Lannutti poi continuano:

“”Ed è scandaloso che tali piccoli ed inamovibili oligarchi incollati alle poltrone possano tenere all’ oscuro il Parlamento, che approva i pubblici bilanci con legittimi sospetti di falsità, sulla genesi dei contratti con banche e banchieri ‘amici’, costati nel quadriennio 2011-2014 ben 15,3 miliardi di euro (mentre altri Paesi come Francia, Belgio ed Irlanda, dai derivati hanno guadagnato almeno 5 miliardi di euro), negando la necessaria trasparenza ai rappresentanti del popolo italiano e dei cittadini consumatori, per presunte ‘informazioni sensibili volte ad evitare la speculazione sui nostri titoli’, senza invocare un segreto di Stato”"

“”Alla luce di questi fatti e di questo soldi REGALATI….I consumatori e le famiglie strangolati dalla crisi prodotta dai banchieri, vessati e perseguitati dal fisco insostenibile e da una pressione fiscale alle stelle, oltre a pretendere che i pubblici dirigenti che sbagliano vengano cacciati, oltre al diritto sacrosanto ad essere informati, invocano la necessaria trasparenza su contratti capestro stipulati con le banche di affari per pagare i lauti pasti dei banchieri, la cui segretezza propria delle cosche e delle attività criminali, confligge con il dovere di conoscenza e legalità”.


Articolo letto: 1087 volte
Categorie: Denunce, Economia


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Ricerche correlate

Imprese - Banche - Vergogna - Truffa - Economia - Poveri -

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook