Ci fanno credere che gli psicofarmaci sono in grado di curare la depressione,ma in realtà fanno più male che bene.Ecco come curarla in modo sano e naturale.

Napoli
11:30 del 11/08/2015
Scritto da Gerardo

Ci fanno credere che gli psicofarmaci sono in grado di curare la depressione,ma in realtà fanno più male che bene.Ecco come curarla in modo sano e naturale.

Probabilmente ti è stato detto che gli antidepressivi sono in grado di correggere lo squilibrio chimico nel cervello. Come molti di noi sapranno, questo non è del tutto vero! In realtà, gli antidepressivi fanno più male che bene.

Anche se in alcuni casi gli antidepressivi funzionano, resta il fatto che sono tremendamente costosi. Considerando che i trattamenti antidepressivi possono durare anche tutta una vita, non è molto conveniente spendere dalle 20,00 alle 1.000,00 euro al mese. La depressione è già un peso da sola, senza bisogno di aggiungerci tutte le conseguenze finanziarie che ne derivano.

Tieni gli antidepressivi come ultima soluzione e prova prima questi trattamenti alternativi:

PRATICA LA MEDITAZIONE CONSAPEVOLE.

Quando sei depresso, i pensieri negativi si riversano nella tua mente come l’acqua di una diga rotta. Ti senti paralizzato dalla paura e dal senso di impotenza, perché ti senti come se nulla possa mantenere questi pensieri sotto controllo. Niente, tranne la meditazione!

“Nel lavoro di gruppo che ho fatto con chi soffre di ansia o depressione, ho trovato molto utili le pratiche di meditazione, perché calma la mente”, dice lo psicologo Katie Sparks. Questo è dato dal fatto che stai volutamente concentrando la tua attenzione al momento presente e questo ti aiuta a vedere le cose sotto una luce diversa, più positiva! Così la prossima volta che ti senti oppresso da un senso di ansia o depressione, prendi un comodo tappetino, siediti su di esso nella posizione del loto (o quella più comoda per te) ed emetti il suono OM.

RIDI!

Forse preferisci fare qualcosa che solleva il tuo morale in pochi secondi, piuttosto fare qualcosa che richiede diverse settimane di lavoro. In tal caso, prova con divertenti programmi televisivi, film e libri. E’ risaputo che la risata è davvero la migliore medicina! Non importa se ciò che ti fa ridere è infantile, stupida o strana. Ciò che conta è che ottieni la tua “consigliata” dose giornaliera di ilarità.

NON ISOLARTI.

La depressione è un piccolo mostro dannoso e Manipolatore. Ogni giorno si siede sulla tua spalla e ti sussurra all’orecchio quanto sei inutile e che non ti meriti di essere all’interno di questa società. Non ascoltarla!

“Nella depressione l’isolamento sociale, in genere, serve solo a peggiorare la malattia e come ci si sente”, dice Stephen Ilardi, Psicologo, Professore Associato di Psicologia e autore di “La cura della Depressione”. A quanto pare il ritiro dalle interazioni sociali aumenta le risposte allo stress del cervello. Quindi, tieniti in contatto con le persone che ti interessano e non esitare a fargli sapere se hai bisogno del loro aiuto.

TAGLIA FUORI DALLA TUA VITA LE PERSONE “TOSSICHE”.

Il rovescio della medaglia è che non stai facendo un favore a te stesso ad uscire con persone che rifiutano e che respingono la depressione come qualcosa da cui scappare.

Per citare Deborah Serani, Psicologa, autrice di “Vivere con la depressione”. “Parte del vivere con la depressione richiede di imparare a riformulare i pensieri negativi in pensieri positivi, avendo accanto nella nostra vita persone positive che sono linfa e nutrimento per noi e che accettano chi si è veramente; questo aiuterà a vivere in un ambiente migliore per la guarigione”

MANGIA GLI ALIMENTI GIUSTI.

Molti di noi sapranno che la vitamina D ha lo straordinario potere di alleviare la depressione, la demenza e il diabete. Ma ci sono tanti altri nutrienti che tengono a bada la depressione, tra cui gli aminoacidi, l’acido folico, lo iodio, il ferro, il magnesio, gli acidi grassi omega-3, il selenio, le vitamine del complesso B e lo zinco. Per fortuna, molti di questi nutrienti sono nel cibo che mangi ogni giorno.

Ci sono però anche alimenti che si dovrebbero evitare, come l’alcool, la caffeina, i dolcificanti artificiali, gli oli idrogenati, gli alimenti elaborati, gli zuccheri raffinati e gli alimenti ricchi di sodio. Tutti questi possono devastare il sistema nervoso, destabilizzare i livelli di zucchero nel sangue e/o danneggiare il cervello.

PRENDI IN CONSIDERAZIONE L’AGOPUNTURA.

Secondo uno studio pubblicato in Ostetricia e Ginecologia, l’agopuntura può aiutare ad alleviare la depressione. Quando i ricercatori hanno somministrato trattamenti di agopuntura a donne incinta, malate di depressione, hanno riscontrato che su 150 donne, il 63% ha riscontrato miglioramenti nei loro sintomi. Sebbene debbano essere fatti ulteriori studi per poter giungere ad una conclusione definitiva, non si possono di certo negare i risultati raggiunti dallo studio. Ovviamente anche gli uomini e/o le donne che non sono in attesa possono trarre beneficio dall’agopuntura.

ALZATI E FAI ESERCIZIO FISICO.

Ad essere onesti, la depressione fa zapping in ogni bit di energia del tuo corpo. Tuttavia, l’esercizio fisico è ancora la cosa per cui vale la pena di provare, poiché è stato dimostrato di funzionare molto bene, se non meglio, degli antidepressivi. Nessuno sa esattamente il perché di questo, ma il rilascio di endorfine e norepinephrine durante l’esercizio fisico potrebbe avere qualcosa a che fare con esso.

COLTIVA UN GIARDINO.

Non ti è possibile riporre le tue energie e la tua passione per i tuoi vecchi hobby? Prova con il giardinaggio. Come molti di noi sapranno già, i giardinieri sono generalmente più felici dei non-giardinieri. Letteralmente, raccogliere ciò che si semina… porti fuori tutti i sentimenti positivi seppelliti in profondità dentro di te, nessun gioco di parole. Inoltre, avrai il vantaggio di mangiare verdure fresche e incontaminate, proprio nel tuo orto o nel tuo giardino di casa.

Non preoccuparti se il giardinaggio non è la tua passione. Inizia a farlo e piano piano prova altre cose che potrebbero piacerti, l’importante è che il tuo hobby sia significativo e rilassante, qualsiasi esso sia.

FAI VOLONTARIATO PER UNA CAUSA IN CUI CREDI.

Ad un certo punto, non sarà più sufficiente per te parlare di depressione con le persone che conosci. Sentirai il desiderio di uscire fuori dalla tua cerchia sociale consolidata e cercare la compagnia di altre persone. Questo è un buon segno!

Cerca organizzazioni, missioni e associazioni di volontariato in cui fare servizio. Chissà, potresti ridurre i sintomi della depressione, aumentare il tuo benessere e ridurre il rischio di morte del 22%.

Non smettere di lottare!

La depressione è una malattia per la quale potrebbe essere necessario lottare per tutta la vita. Ecco perché ha la pessima abitudine di entrare “furtivamente” all’interno di te e buttarti a terra quando meno te l’aspetti. Detto questo, se sei in grado di affrontarla utilizzando i suggerimenti di cui sopra, sarai sempre in grado di riprovarci e stare bene.


Articolo letto: 989 volte
Categorie: Salute


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Vittorio

11/08/2015 15:42:14
La depressione è causata da situazioni della vita difficili, che non si riesce a risolvere o da cui non si riesce ad uscire. Per risolverla sarebbe sufficiente ANDARSENE! Se ti metti a fare meditazione, ma poi i problemi rimangono, vedi che la meditazione non ti servirà a nulla, come i farmaci. Quando non ce la fai più devi PRENDERTI TEMPO per DISTACCARTI dalla situazione di vita che ti opprime. Se puoi ESCINE SUBITO SENZA INDUGIO, ANDANDOTENE!
4

Ricerche correlate

Depressione - Rimedi naturali - Scienza - Farmaci - Natura -

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook